• Nicola

Lazio Juventus la vagina entra ufficialmente nel calcio italiano

Aggiornato il: nov 9

È impossibile non partire dal caos tamponi ormai arcinoto e che non approfondiremo in questo articolo.

Ci limiteremo solo a porre in evidenza un paio di circostanze della vicenda.

La prima è la positività Uefa, che chiameremo così "per comodità", che usa parametri differenti da quelli della federazione, e sono gli stessi che hanno fermato Ronaldo e Hakimi.

Riteniamo inutile addentrarci nelle differenze tra test molecolare e test antigenico e relative interpretazioni se ne occupino gli esperti visto che nel nostro paese questi abbondano.

La seconda è gravemente anomala: in un quadro già preoccupante per la Lazio, il direttore sanitario della società capitolina, Ivo Pulcini infatti non ha risposto alla convocazione della Procura Federale.


Spostiamoci ora sulla partita che comunque sia sarà influenzata da questa situazione per le pesanti assenze di Strakosha, Leiva e Immobile.

Le assenze tuttavia non devono far abbassare la soglia di concentrazione visto che i bianconeri sono tutt'ora la squadra "più cantiere aperto" di questo scorcio di stagione.

Sarà importante confermare i progressi di gioco e posizionamenti visti nelle ultime due partite.


Il gioco è apparso più fluido così come la coesione di squadra; questa nelle prime partite era parecchio preoccupante ma non poteva essere diversamente per una squadra nuova.


Tra i singoli se giocherà sarà un test fisico importante per Rabiot contro il centrocampo laziale. Con la sua fisicità il francese potrà contrastare la forza del centrocampo dei biancocelesti.


Salvo sorprese la Lazio si predisporrà con il suo 3-5-2 incentrato su veloci ripartenze.

Come in tutte le partite è essenziale non sbagliare perché la rapidità di transizione della squadra di Inzaghi si rivela spesso letale.

Grazie anche ad un centrocampo dotato tecnicamente e fisicamente, con gli attaccanti abituati a gettarsi negli spazi.

Andrea Pirlo dal canto suo, cercando la dovuta tanto ricercata continuità tattica, si sta rivelando molto prezioso per i giovani della Juventus: oltre al “veterano” Frabotta (21) ci sarà il neo maggiorenne Dragusin e Portanova(20).

Spesso lo si ignora ma se ai tre sopracitati ci aggiungiamo; Kulusevski (20) Demiral (22) McKennie (22) Chiesa e Bentancur (23) e il più vecchio tra i giovani Adrien Rabiot (25) l’età media della squadra si è decisamente abbassata e forse ne spiega la sensazione data di ingenuità in qualche partita.


Concludiamo con le poco felice uscita di Lotito Ma che vuol dire positivo? Positivo vuol dire contagioso, no? Anche nella vagina delle donne, di tutte le donne del mondo, ci sono i batteri. Ma mica tutti sono patogeni, solo alcuni in alcuni casi diventano patogeni e degenerano".

Parole che si commentano da sole, ma già Andrea Agnelli nel marzo scorso lo aveva anticipato in lega quando gli disse «Ora sei anche virologo»?

Questo riteniamo sia figlio anche della ampia giustificabilità di cui ha beneficiato il presidente del Napoli

105 visualizzazioni
  • Bianco Instagram Icona
  • YouTube - Bianco Circle

Questo sito non è in alcun modo autorizzato o connesso con la Juventus F.C. S.p.A.


This website is in no way authorised or connected with Juventus F.C. S.p.A.

©2019 by Juniverse. Proudly created with Wix.com