• Redazione

Dove eravamo rimasti? Le J-Women ripartono da campionesse d'inverno

(di Francesco Lenardon)


La Juventus Women ha chiuso in bellezza il 2019: con la vittoria per 2-0 sulla Pink Bari, le ragazze di Rita Guarino hanno terminato la prima parte di stagione con uno score di 9 vittorie, un solo pareggio ed un vantaggio in classifica di 6 punti sulla Fiorentina. Adesso tocca a loro iniziare il 2020 dimostrando di meritare tale "titolo".


La sfida disputata sul campo “Ale & Ricky” dello Juventus Center di Vinovo vede in campo l’ormai collaudato 4-3-3: Giuliani; Hyryynen, Gama, Sembrant (86’ Panzeri), Boattin; Galli, Pedersen, Rosucci (70’ Maria Alves); Cernoia (65’ Staskova), Girelli, Bonansea.


Modulo speculare per le pugliesi di Mister Caricola: Myllyoja; Marrone (80′ Piro), Di Bari, Culver, Capitanelli; Zammit, Ketis, Torres; Honkanen, Manno (46′ Soro), Carp.

La gara si è aperta come al solito a tinte bianconere: le padrone di casa impongono da subito il ritmo e al 9’ il portiere ospite compie un grande intervento sulla conclusione di Valentina Cernoia. La nostra n°7 però si rende di nuovo protagonista dieci minuti più tardi raccogliendo un cross di Bonansea: stop e tiro in rapida successione e palla sotto la traversa per il momentaneo 1-0. La Pink Bari ha accusato il colpo e la difesa della Juventus non ha corso particolari pericoli. Verso la chiusura della frazione arriva anche il raddoppio targato Aurora Galli. “Yaya” cerca senza successo l’imbucata per l’inserimento di Pedersen, ma si avventa sulla respinta del difensore e dai 16m piazza il pallone sul palo lontano per il 2-0. Un gol davvero pregevole.

La ripresa è una sfida personale tra la Juve e Paula Myllyoja. Il portiere finlandese compie una serie di grandi interventi prima su un destro in area di Girelli, poi sul mancino di Cernoia, e ancora nell’ 1vs1 con Galli imbucata da Rosucci. Non finisce qui: dopo un’altra parata sul tentativo di testa di nuovo di Girelli, l’estremo difensore ospite toglie dall'incrocio dei pali un tiro a giro di Barbara Bonansea. Nel finale dopo una discesa in fascia di Staskova, Galli avrebbe il pallone del tris ma centra un difensore da posizione più che favorevole. La sfida si è chiusa con soltanto due reti per merito in gran parte del portiere finlandese della Pink Bari, autrice di una prova davvero sontuosa. Ciò nonostante, la Juventus Women coglie il nono successo in 10 gare di Serie A, mantenendo la testa della classifica con 6 lunghezze di vantaggio sulla Fiorentina, in attesa del recupero del Milan proprio con la Pink Bari. Anche contro la squadra pugliese c'è stata una prova di grande spessore di tutta la squadra, che non concede occasioni alle avversarie e si è proposta una volta di più come principale candidata al titolo di campione d’Italia. La profondità della rosa e la grande mentalità che la società ha trasmesso alle proprie atlete si stanno rivelando fattori fondamentali per tenere alta la fame di vittorie da sempre parte del DNA bianconero.

La ripresa del campionato è prevista per prossima domenica, quando la Juventus Women sarà impegnata in casa del Tavagnacco per l'ultimo turno di andata. Dopo le sfide delle ultime due stagioni disputate nella splendida cornice dello Stadio Friuli di Udine, vista la concomitanza con Udinese-Sassuolo, la gara in oggetto si svolgerà allo Stadio Nereo Rocco di Trieste alle ore 12.30.

Fino alla fine!

0 visualizzazioni
  • Bianco Instagram Icona

©2019 by Juniverse. Proudly created with Wix.com

Questo sito non è in alcun modo autorizzato o connesso con la Juventus F.C. S.p.A.


This website is in no way authorised or connected with Juventus F.C. S.p.A.