• Danilo Ceci

Compa-gol trascina la Next Gen, Triestina k.o


Dopo le prime 10 giornate di campionato inizia a prendere forma il campionato della Juventus Next Gen, caratterizzato da un andamento troppo altalenante sul piano dei risultati.


Raramente sono venute a mancare le prestazioni e l'impegno generale da parte del gruppo, ma quanto raccolto in termini di punti non corrisponde a quanto seminato in questo primo scorcio di stagione.


Al netto di tutte le indiscutibili attenuanti, come il massiccio ricambio generazionale della rosa, qualche infortunio di troppo e l'interferenza della Prima Squadra sui giocatori cardine della Next Gen -ogni riferimento a Iling Jr è puramente voluto- sarebbe stato lecito attendersi di più da Brambilla e dai suoi ragazzi.


La gara di ieri, tuttavia, porta in dote nuovi segnali incoraggianti per il prosieguo del campionato. Non solo per i 3 punti ottenuti contro una Triestina -va detto- in piena crisi, ma anche per il modo stoico con cui la squadra ha affrontato la gara e difeso il risultato malgrado tutte le criticità incontrate.


L'ingenuo doppio giallo rimediato da Riccio al 69' ha lasciato i compagni in 10 in balìa degli avversari, rinvigoriti dall'episodio, rendendo particolarmente complicato il pomeriggio dei bianconeri.


L'1-0 non rappresentava in quel momento un margine di vantaggio sufficiente per affrontare i successivi 21 minuti più recupero in serenità, e ci è voluta una prova di una compattezza, determinazione e furore agonistico non indifferente.


La fortuna stavolta ha sorriso a Brambilla ed ha assistito i suoi ragazzi in un paio di episodi ad alto rischio pareggio, come in occasione del palo di Ganz al 70'.


All'86' è stata poi ristabilita la parità numerica dal direttore di gara, che ha espulso un Sabbione particolarmente ruvido e falloso. L'inerzia però era comunque a favore della Triestina, che ha schiacciato nella propria metà campo una Next Gen allo stremo delle forze.


La rete decisiva era stata siglata al minuto 64' da Mattia Compagnon, che ha fulminato il portiere con un sinistro secco rasoterra sul primo palo, da posizione di trequarti. Non si tratta del primo gol di questo tipo realizzato dal fantasista classe 2001, che ha nel tiro da fuori una delle sue armi principali.



L'intera squadra è stata però brava a calarsi rapidamente nel mood degli ultimi 30 minuti di gara, in cui erano chiamati a fare qualcosa di diverso rispetto alla prima frazione, quando erano stati padroni del campo e del possesso palla. Il calcio è fatto di entrambe le fasi e in 90 minuti, come visto ieri, l'inerzia del gioco può passare da una parte all'altra in un batter d'occhio.


Forse superfluo sottolineare la grande prova del reparto difensivo, che ha ritrovato sicurezza e solidità con il fondamentale ritorno di Poli, ieri assoluto migliore in campo.


Poco ispirato ma generoso il centrocampo. Zuelli fa un passo indietro rispetto alle ultime buone apparizioni e Barrenechea fatica a ritrovare quella brillantezza dell prime gare che ora sembra averlo abbandonato. Ieri prestazione opaca e tanti errori di misura non da lui.


Rafia e Compagnon hanno rappresentato le due variabili tecniche della Juve, quasi tutti i pericoli sono nati dai loro piedi.


Prestazione di enorme sacrificio di Pecorino, che non ha avuto occasioni da rete ma ha svolto un prezioso lavoro di raccordo e di difesa del pallone. Se la squadra, in fase di assedio, è talvolta riuscita a guadagnare qualche metro, è stato soprattutto grazie a lui.


Ora c'è una settimana intera per preparare la sfida contro l'Albinoleffe, con la speranza di ottenere il secondo successo di fila e trovare finalmente un pizzico di continuità.


Juventus Next Gen - Triestina 1-0


Rete: 64′ Compagnon


Juventus Next Gen (4-3-3): Garofani; Barbieri, Riccio, Poli, Turicchia; Zuelli (75′ Palumbo), Barrenechea (62′ Sersanti), Besaggio; Compagnon (75′ Muharemovic), Pecorino, Rafia (69′ Stramaccioni). All. Brambilla. A disp. Raina, Nzouango, Sekulov, Da Graca, Cudrig, Mulazzi, Verduci, Bonetti, Iocolano, Lipari, Cerri


Triestina (4-3-3): Pisseri; Ciofani, Di Gennaro, Sottini, Sarzi Puttini; Gori (60′ Lovisa), Pezzella (67′ Minesso), Sabbione; Felici, Ganz (75′ Lombardi), Furlan (75′ Petrelli). All. Pavanel. A disp. Mastrantonio, Pozzi, Galliani, Adorante, Rocchi, Pellacani, Rocchetti

15 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti