• Nicola

Come giocherà la Juventus contro l’Empoli e soprattutto nel resto del campionato.

Aggiornamento: 29 ago 2021

Proviamo a scoprire che carte ha in mano Allegri facendo una rapida analisi della rosa e che modalità di gioco possiamo aspettarci.


Premessa.

Questo articolo è stato scritto prima del pomeriggio di ieri sulla questione Ronaldo/City.

Parliamo solo di tattica prevista e ipotizzabile.

Gli indizi ci inducono a pensare che la modalità dovrebbe essere quella del regredire quando la palla è in gestione degli avversari, per poi chiudere le linee di passaggio e di procurarsi poi gli spazi per i nostri giocatori abili nelle ripartenze. Praticamente tutti quelli del reparto avanzato.


Ma questo è quello che succederà anche contro i neopromossi toscani?

Difficile dirlo. Proviamo ad ipotizzare allora una squadra che cerchi di organizzare il gioco con abilità di palleggio da sabato in poi.

Abbiamo parlato di modo di gioco e non modulo, che con i nomi fatti e disponibili è ancora più difficile da ipotizzare.

Il 442 sarà probabilmente la base, è Il serrare la difesa e chiudere le linee di passaggio sembrano essere le opzioni preferibili.

Chiudersi a riccio per ripartire nel modo che possiamo farlo nel migliore dei modi, ovvero negli spazi.

Rabiot, Bentancur, Bernardeschi, Kulusevski, Mckennie, Ramsey

Non hanno capacità di gestione della palla e geometrie di gioco.

Se ci aggiungiamo a questi;

Ronaldo, non gestisce e non ha geometrie. Ovviamente ha altre qualità.

Morata che la sa gestire ma solo sulla corsa.

Locatelli che sa gestire palla ma non ha geometrie di gioco - giudizio in sospeso in realtà -

Ramsey è in fase di apprendistato, ma starà fuori un mese.

Ci ritroviamo con Arthur che sicuramente gestire molto bene palla, ma non ha dato l'idea di avere geometrie di gioco. Anche in questo caso il giudizio resta sospeso, oltre al fatto che non sarà disponibile per due mesi.


Cuadrado sa gestire palla?

Si a parte però che il suo istinto lo porta ad osare sempre il uno contro uno che non è un male.

Ma non è la "geometria" che servirebbe per una squadra a cui si chiede di “fare il gioco”

Certo è che ha già fatto con Pirlo il regista di fascia.

Così come Danilo che sa gestire palla e ha mostrato discreta geometria, ma fa parte della linea difensiva.

L’unico che sa gestire palla e avere un senso di costruzione di gioco è un difensore e si chiama Bonucci.


Ci sarebbe in realtà un altro giocatore che per quanto visto nelle rarissime occasioni che è stato utilizzato ha fatto vedere buone qualità.

Sa gestire palla e ha geometria di gioco, si chiama Niccolò Fagioli ma non gioca per motivi a noi oscuri. (sarà oggetto di un articolo a breve)

Considerando ora che, come già indicato sopra, l’apprendista Ramsey starà fuori circa un mese e che Arthur due mesi, le modalità di gioco in mano a mister Allegri non sembrano essere molte.


E Dybala?

Sa gestire palla? No, ma è un giocatore che inventa.

Ha geometria di gioco? No ma ha talento e dovrebbe metterlo tutto al servizio della squadra.

Forse si perderebbe qualcosa alla voce inventiva.

Questo potrebbe aprire l'eterna lotta tra gli Allegriani e i suoi detrattori. Ma alla luce di questa analisi da noi fatta, è possibile ipotizzare un centrocampo che gestisce e comanda il gioco con geometrie e palleggio?

Si ma noi domani giochiamo contro l’Empoli mica stiamo parlando della Champions League?

Se non ci imponiamo nel gioco domani quando?


A questa domanda ad oggi che scriviamo non siamo in grado di dare una risposta, è il problema che deve risolvere il tecnico livornese, e questa è probabilmente la soluzione pensata dalla società dopo i tentativi di Sarri e di Pirlo. Compreso i due ultimi precedenti di Allegri sono quattro anni. Quattro anni di sofferenze nel seguire le partite della Juventus.

Abbiamo un altro indizio post Udinese: le parole di Massimiliano. Quando tutti si sono focalizzati su cosa ha detto su Ronaldo e Szczesny, noi abbiamo focalizzato queste parole:


«abbiamo dei contropiedisti nati, Ronaldo, Chiesa, Cuadrado, Kulusevski, quindi quando conquistiamo palla dobbiamo attaccare velocemente lo spazio. Anche perché noi soffriamo quando costruiamo, e per le stesse caratteristiche di questi giocatori, se ci saltano rischiamo di lasciare i difensori a campo aperto con gli attaccanti avversari».

Diamo il tutto in mano ad Allegri che se la smazzi lui tanto poi i tifosi è con lui che se la prenderanno se le cose vanno male. Se va bene ci prenderemo parte o tutti i meriti.

Che l'inutile guerra tra tifosi continui come le delusioni in Europa.

242 visualizzazioni0 commenti