• Michela Vargiu

Chelsea-Juve: Londra ha riportato a galla i limiti dei bianconeri

La Juventus martedì sera ha subito una sconfitta storica. La serata di Londra segna il peggior risultato dei bianconeri in Champions, sconfitta con 4 gol di scarto (come non era mai capitato). Inoltre la Juventus ha perso una partita ufficiale con un passivo di almeno quattro gol per la prima volta dal febbraio del 2004.



I bianconeri hanno subito una batosta che li ha riportati ancora una volta sulla terra, l’ennesima nel corso della stagione dopo le sconfitte casalinghe contro Empoli e Sassuolo.

I risultati parlano sempre di più di una squadra disorganizzata e fortemente limitata, costruita senza criterio e alla disperata ricerca di idee e pericolosità che però paiono introvabili sul campo.

Quella di martedì è stata una serata devastante insomma, che ha riportato a galla una serie di malumori a partire dalle intenzioni con cui la squadra è scesa in campo, impaurita quasi come se l’obiettivo fosse perdere con dignità. E non è accaduto.

L’idea dei 4 mediani si è rivelata deludente, non ha portato superiorità numerica a metà campo e la Juve ha sofferto il pressing dei blues, trovandosi costretta a giocare bassissima e procurando pochissimi palloni alle punte.

Ora è importante lavorare sui limiti di questa rosa, il cui reale valore va messo in discussione, nonostante dei limiti siano presenti anche sul mercato in entrata e (soprattutto) in uscita, dati gli ingaggi onerosi di determinati giocatori.


In questa stagione troppe volte si è provato a salvare la partita piuttosto che a giocarsela, tattica che si può rivelare vincente di volta in volta ma non contro i campioni d’Europa.

La bruttissima sconfitta dello Stamford Bridge non solo cambia la prospettiva in ottica qualificazione, rendendo il percorso europeo più difficile per i bianconeri, ma porta con sé un grande peso psicologico in un momento in cui la Juve ha bisogno (di nuovo) di ripartire contro l’Atalanta, con l’obiettivo di dare un’impronta diversa alla partita.

31 visualizzazioni0 commenti