• Francesco Rea

Cagliari – Juve, 1 – 3: Cristiano Ronaldo (non) risponde alle critiche

La cocente eliminazione dalla Champions League contro il Porto ha scatenato forti accuse da parte della tifoseria bianconera, indirizzate in particolare all’uomo più rappresentativo, Cristiano Ronaldo.

È stata una reazione tanto prevedibile quanto esagerata e tendenziosa: difficile che in certi momenti possa prevalere la ragione, ma è impensabile che sul banco degli imputati possa finire proprio il trascinatore degli ultimi tre anni. Lo stesso che ha nascosto agli occhi di molti e ha reso meno sofferto il progressivo declino tecnico della rosa.

I problemi strutturali di questa squadra sono ben altri ma non è questo il momento di dare la caccia ai responsabili. Di errori ne sono stati commessi molti negli ultimi anni e prendere ad analisi quelli commessi in un’unica partita potrebbe risultare riduttivo e fatale. Siamo certi che questo è un errore che non commetteremo.

Ad oggi l’unico pensiero deve essere quello di concludere al meglio la stagione ed individuare gli uomini, prima dei calciatori, allenatori, dirigenti, che possano invertire la parabola discendente e garantire un futuro roseo, come lo è stato il recente passato.


La Juventus si è dunque rituffata in Campionato a testa bassa, con l’obiettivo di riprendere la rincorsa e rimontare la capolista. La trasferta alla Sardegna Arena poteva rivelarsi ostica, dato l’ottimo rendimento del Cagliari, di sette punti nelle ultime tre partite sotto la guida di Mister Semplici. Ma la vittoria dell’Inter contro il Torino e la contemporanea sconfitta della Roma rendevano necessario che la Juve rispondesse presente. E così è stato. Ottimo l’approccio alla partita dell’undici titolare trainato dal suo asso portoghese: Cristiano ha impiegato circa 32' per mettere in discesa la partita e ricordare a tutti, qualora ce ne fosse bisogno, a chi appartiene la leadership tecnica di questa squadra: tre gol e tripletta perfetta con destro, sinistro e colpo di testa. Il primo tempo scorre con un buon dominio del campo e un’ottima circolazione del pallone, facilitata dal continuo movimento di tutti gli interpreti, su tutti Danilo in mediana ed Alex Sandro sul centro sinistra.

La prima frazione si chiude sul punteggio di 3-0 con qualche occasione sprecata e l’infortunio muscolare di Alex Sandro, davvero sfortunato quest’anno. Nel secondo tempo il Cagliari tenta una reazione rabbiosa, che porta i suoi frutti con il gol del 3- 1 di Simeone. Nonostante qualche sofferenza sulle fasce, dove Cuadrado e il subentrato Bernardeschi faticano ad arginare gli attacchi rossoblù, la Juventus si mantiene in controllo del match. Nel finale subentra un po' di stanchezza, ma gli uomini di Pirlo riescono a portare a casa una vittoria fondamentale.

Ronaldo porta a casa anche l’ennesimo pallone, e lascia stizzito il terreno di gioco senza rilasciare la consueta intervista flash del post-partita. A differenza di altri alle critiche preferisce far rispondere il campo.




40 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti
  • Bianco Instagram Icona
  • YouTube - Bianco Circle

Questo sito non è in alcun modo autorizzato o connesso con la Juventus F.C. S.p.A.


This website is in no way authorised or connected with Juventus F.C. S.p.A.

©2019 by Juniverse. Proudly created with Wix.com