• Lino Basso

Coppa Italia: Juventus Women inarrestabile e qualificata ai quarti di finale

Neanche un ampio turnover ferma la Juventus Women: sul campo del Pomigliano, attuale capolista del campionato di serie B, le ragazze di Rita Guarino vincono per 5-1 grazie alla doppietta di Andrea Staskova, e alle marcature di Valentina Cernoia, Maria Alves e Dalila Ippolito, quest'ultima al suo primo gol in maglia bianconera.


Novità importanti (e prevedibili) nell'undici iniziale: in porta c'è Sabrina Tasselli, mentre fa il suo debutto assoluto dal primo minuto Sara Caiazzo, per anni colonna portante della difesa dell'Under 19. Partono dall'inizio anche Alice Berti in attacco e Michela Giordano in difesa, già aggregate alla prima squadra da inizio stagione, titolari anche Martina Rosucci, Valentina Cernoia, Linda Sembrant, Annahita Zamanian, Andrea Staskova e Maria Alves.


Il primo squillo, però, è del Pomigliano: un cross di Manno attraversa tutta l'area ma nessuna compagna è in area per calciare in porta. Tre minuti più tardi la difesa bianconera corre un grosso rischio: Lundorf esegue un retropassaggio corto, Manno agguanta la palla e calcia, Tasselli però ha i riflessi pronti e respinge il tiro da distanza ravvicinata.


La Juventus inizia ad attaccare: il cross di Giordano trova la testa di Maria Alves, la palla termina sulla traversa, e sfuma così la prima potenziale occasione per sbloccare il match.


Due minuti più tardi è Zamanian che mette in movimento Staskova, quest'ultima di tacco serve Cernoia, la sua conclusione però è imprecisa e termina fuori. Sempre di tacco, Maria Alves calcia a lato su assist di Zamanian.


Un’altra chance al 24': Rosucci, oggi con la fascia da capitano, ci prova dalla distanza, Balbi blocca non benissimo in un primo momento, ma rimedia in tempo bloccando.


Passano altri sette minuti e la gara finalmente ha la sua svolta: su calcio d'angolo avviene il rapido scambio tra Zamanian e Cernoia, il numero sette bianconero effettua quello un cross con una traiettoria imprevedibile che diventa un pallonetto ben calibrato e non lascia scampo a Baldi. Dopo le assenze in Supercoppa, Cernoia torna al gol e porta avanti le Women nel punteggio.

Il prosieguo della prima frazione vede numerosi tentativi delle campionesse d'Italia di aumentare il passivo, ma è l'imprecisione del reparto offensivo più che la difesa avversaria a fissare il risultato dei primi quarantacinque minuti sull'1-0.


Prima che il secondo tempo abbia inizio, coach Guarino effettua due cambi: fuori Sembrant e Cernoia, dentro Gama e Ippolito.


Sei minuti più tardi arriva il raddoppio bianconero: su rimessa laterale, Staskova riceve palla e ha il tempo di girarsi e calciare, palla sotto la traversa e il centravanti ceco realizza così il gol del 2-0.


C'è solo la Juve in campo, e il Pomigliano è schiacciato nella sua metà campo: nonostante la qualificazione agli ottavi di finale sia ormai in tasca, le Women non disdegnano il creare diverse azioni rapide e incisive per incrementare ulteriormente lo score.


Arriva così il terzo gol che chiude, qualora ce ne fosse ancora il bisogno, ogni discorso: Staskova lascia sfilare il pallone per Ippolito, che si smarca e calcia splendidamente all'angolo sinistro. Primo gol in bianconero per la centrocampista argentina classe 2002, che aveva esordito già nella gara contro la Pink Bari (sempre in Coppa).


Fa il suo debutto anche Alice Giai, centrocampista classe 2003, che entra al posto di Zamanian.


La Juventus va vicinissima alla quarta rete al minuto 72: su corner, Ippolito effettua un assist in area per l'accorrente Caiazzo, tiro fuori di pochi centimetri.


Il quarto gol arriva dieci minuti dopo: una incursione di Ippolito la porta in area di rigore, dove viene contrastrata da ben tre avversarie, la palla arriva così a Maria Alves che di precisione spedisce il suo tiro all'angolino basso. Seconda rete in Coppa Italia per l'esterno brasiliano, che bissa la precedente realizzazione nel match disputato a novembre contro la Pink Bari.

Partita finita? No, non ancora: la difesa della Juventus commette l'unica disattenzione della partita, e la paga a caro prezzo poichè Pinna, subentrata a gara in corso, corre da sola verso la porta di Tasselli, che decide di restare tra i pali, ma l'attaccante del Pomigliano colpisce bene di piatto e beffa l'estremo difensore bianconero. Gol della bandiera per la formazione campana, che trova così una piccola consolazione in una gara dove un po' alla volta, nonostante l'ampio turnover, la differenza tecnica tra le due squadre l'ha fatta da padrona.


Si arriva così al 90', ma c'è ancora spazio per la doppietta di Staskova, abile a sfruttare un ottimo cross di Giordano e colpire con forza il pallone di testa, dove Baldi non può arrivarci.


Termina quindi 5-1 in favore della Juventus Women, che si qualifica con ampio merito ai quarti di finale di Coppa Italia dove incontrerà una tra Roma, Milan, Empoli, Inter, Fiorentina, Florentia San Gimignano e Sassuolo, quasi tutte già affrontate ad eccezione delle nerazzurre, avversarie in campionato domenica alle 12.30.


Chiunque sarà l'avversaria dell'undici guidato da Rita Guarino, la Juventus Women dovrà sicuramente scendere in campo con l'atteggiamento di chi sa che ci sarà pochissimo spazio per esperimenti, e che sarà ora di mettere subito al sicuro l'obiettivo da raggiungere. È vero, è presto per fare previsioni e calcoli, ma è pur sempre vero che un trofeo è stato portato a casa domenica, e di certo le bianconere non vorranno fermarsi alla conquista della Supercoppa.


"Ogni cosa al suo tempo", ed è quello che, in un certo senso, ci auguriamo tutti noi.


421 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti